Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

09 marzo 2010

MA DAVVERO FERGUSON COMPRERA' I SUOI RAGS?

Sir Alex Ferguson, 69 anni compiuti il 31 dicembre scorso, 2 campionati vinti da giocatore in Scozia con il St Johnstone e con il Falkirck, ha vinto 34 trofei (11 volte vincitore del campionato inglese) con il Man U che allena senza interruzioni dal novembre 1986.
Malcolm Glazer, 81enne imprenditore statunitense di origini lituane, è proprietario del club che fu di Matt Busby e dei Tampa Bay Buccaneers, società di football americano partecipante alla NFL.
In soli 4 anni e mezzo di presidenza la sua gestione del club di Old Trafford ha causato qualcosa come oltre 780 milioni di euro di debiti.
Sulla bocca di tutti ci sono spese astronomiche che non hanno portato alcun ricavo. Ad esempio, l’apertura in Asia, continente dove grazie alla pay TV il Man U è la squadra di calcio più conosciuta, di una catena di ristoranti in merchandising con la griffe del club. I pochi locali effettivamente aperti hanno dichiarato fallimento nel giro di un solo anno!
Per reagire al possibile dissesto finanziario del loro club alcuni facoltosi tifosi dei Red Devils si sono coalizzati in un consorzio, i cosiddetti Red Knights, che vuole cacciare Glazer. Sono oltre 70mila i tifosi che finora hanno aderito sul web alla campagna “Lov Utd, hate Glazer!”
Per ingraziarseli pare che i vertici del consorzio anti-Glazer abbiano sparso la voce fra i media inglesi di un’intesa ormai raggiunta fra i Red Knights e Ferguson, preoccupato anche lui circa il futuro suo e del club che allena da ben 24 anni.
Strana la reazione di Sir Alex: a parole si mostra inviperito con la stampa che dà credito alle voci provenienti dal consorzio anti-Glazer recitando anzi un elogio sperticato dell’attuale proprietario e del CEO David Gill. Nei fatti, invece, fa trapelare di essere molto interessato agli sviluppi di una vicenda piuttosto misteriosa. Lui proprietario del club di calcio con cui ha vinto di tutto? Chissà come andrà a finire!

Nessun commento: