Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

09 febbraio 2010

OTTAVI DI CHAMPIONS: E LE INGLESI?


Ricomincia la Champions League la prossima settimana: in che condizioni si presenteranno le tre squadre inglesi ancora in gioco? Due di loro, Chelsea e Arsenal, si sono appena affrontate domenica nel posticipo a Stamford Bridge: sull'asse Cech-Terry-Lampard-Drogba Carlo Ancelotti ha distrutto in appena venti minuti le ultime illusioni di Arsene Wenger di competere fino in fondo al titolo in questa Premier League. Il tecnico di Reggiolo sta costruendo uno squadrone in cui la vera stella, incredibile a dirsi, è però quell'Ashley Cole che, pur non essendo simpatico a mezzo mondo per il suo carattere superbo e tracotante, difende e attacca sulla fascia sinistra con una disinvoltura semplicemente pazzesca. Il duello con il muscolare Maicon sarà probabilmente la chiave del doppio scontro negli ottavi con l'Inter dell'ex Mourinho: chi dei due prevarrà su quel binario finirà per decidere quale dei due club si qualificherà ai quarti!
L'Arsenal che andrà ad affrontare il Porto sta invece attraversando un momento davvero delicato. La sequela impressionante d'infortuni non può spiegare da sola il rendimento incostante dei gunners. Wenger, pur bravo ad aver valorizzato decine di giovani talenti, paga con gl'interessi la scelta scellerata di non sostituire Adebayor con un altro centravanti con le sue carateristiche. Non parliamo, poi, dell'incapacità congenita del manager francese di saper scegliersi un portiere all'altezza delle sue ambizioni! Tornato in Germania il discusso Lehmann, Manuel Almunia è addirittura riuscito nell'impresa di farlo rimpiangere con le sue esitazioni e la sua mancanza di freddezza nei momenti chiave di certi match. L'italiano Mannone è ancora acerbo per questi livelli, quindi non vedo come Fabregas e compagni, pur essendo favoriti contro il Porto, possano fare ancora molta strada in Europa!
Al doppio difficile scontro col Milan di Leonardo lo Utd si presenta con l'uomo di maggior classe, Wayne Rooney, in condizioni semplicemente strepitose. Si può ben dire che la partenza di Tevez e di Cristiano Ronaldo ha messo le ali all'ex Everton e, allo stesso tempo, ha compattato lo spogliatoio dell'Old Trafford. Alex Ferguson è un vecchio furbacchione capace di gestire a meraviglia l'assenza di certe prime donne che gli stavano decisamente sullo stomaco, almeno a livello comportamentale, e le impreviste difficoltà economiche che l'attuale proprietà USA del club sta attraversando.
Si farà sentire, in Europa, l'assenza di Vidic? Fino a un certo punto, visto che il suo sostituto, Evans, sta migliorando di gara in gara l'intesa col nuovo capitano dell'Inghilterra Rio Ferdinand.
A centrocampo i due centrali Fletcher e Carrick stanno facendo cose notevoli, talvolta supportati da due vecchietti terribili come Scholes e Giggs, mentre dovrebbero essere Nani a destra ed Evra a sinistra gli stantuffi che duelleranno fino all'ultimo respiro con i milanisti Abate ed Antonini.
Insomma, fossi nel Milan, non dormirei sonni tranquilli: il rebus sulle condizioni in cui si presenterà la stella brasiliana Pato, oltre a tutto, renderà questo derby europeo fra Diavoli incerto come non mai!

Nessun commento: