Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

15 aprile 2009

IL MILAN DI SACCHI: QUANDO IL CALCIO DIVENTO' ARTE!


Per chi come me, milanista dalla nascita, ha vissuto da vicino, trovando pure il tempo d'innamorarsi e di sposarsi tra una grande sfida e l'altra, il ciclo in rossonero di Arrigo Sacchi Giancarlo Dotto ha scritto, per la collana "STRADE BLU" edita da Mondadori, "LA SQUADRA PERFETTA".
All'epoca inviato speciale a Milanello per il Messaggero, il bravo cronista romano racconta retroscena e dettagli poco conosciuti che portarono quel Milan, un grande club sulla soglia della bancarotta, a vincere tutto in Italia, in Europa e nel mondo. Pagina dopo pagina, questo bel libro è la cronaca della maestosa cavalcata degl'Invincibili dal 1987 al 1991.
Da Ruud Gullit ad Angelo Colombo, da Marco Van Basten a Roberto Donadoni, non trascurando naturalmente Silvio Berlusconi, la vera Mente di questo miracolo calcistico: il Milan costruito magistralmente dal piccolo grande Arrigo fra lo scetticismo dei Gianni Brera, dei Boniperti e dei loro vacui maggiordomi pseudo-intenditori di football inorgoglì vent'anni or sono l'Italia.
In che modo? Ma, ad esempio, con l'esodo pacifico da tutta la penisola di ben centomila persone verso il Nou Camp di Barcellona in una ventosa serata di fine maggio del 1989: fu il 4-0 che coronò la più fantastica Coppa dei Campioni mai vinta dal club di Via Turati.
Ebbe inizio a Pisa e s'interruppe un po' malamente a Marsiglia l'epopea di un gruppo di grandi uomini, prima ancora che grandissimi atleti. Sfinito per la troppa tensione e le enormi energie fisiche e mentali profuse, il piccolo ma geniale allenatore di Fusignano se ne andò via letteralmente distrutto dalle congiure di palazzo e dalle critiche dei suoi indomabili detrattori. Ebbene, per me come per tanti altri appassionati del Milan e del bel calcio, Arrigo Sacchi è come se ci avesse donato, in quelle quattro meravigliose stagioni, il più bel divertimento delle nostre esistenze terrene. Grazie, caro Dotto, per averne celebrato così bene le gesta!

1 commento:

Il Mango ha detto...

Da un altro milanista "dalla nascita", un caro saluto!