Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

20 dicembre 2008

ROMEO E LA SINISTRA DEGLI ARISTOGATTI



Un 2008 denso di avvenimenti non sempre positivi per la nostra penisola si chiude letteralmente col botto in seguito alle inchieste di certe procure della repubblica su alcuni politici del PD.
Diciamolo in tutta franchezza: a leggere i principali quotidiani nazionali, quelli estremamente politically correct, non ci diveva essere partita, in fatto di moralità, fra la destra neofascista e berlusconiana e la sinistra cattocomunista nonché dipietrista.
E invece è spuntato improvvisamente dal nulla questo Romeo: un immobiliarista e/o imprenditore tutto pappa e ciccia coi politici di Campania, Lazio e chissà quante altre città e regioni amministrate da giunte di centrosinistra. E' molto simile al gattone pomposo e ruffiano creato da Walt Disney per il famoso film “Gli Aristogatti”. Fa le fusa a chiunque gli possa far ottenere un facile guadagno per poi negare l'evidenza se messo alle strette di fronte ai suoi avvocati. Iervolino, Bassolino e Rutelli, per ora, sono i nomi di spicco che risultano, in un modo o nell'altro, coinvolti nei suoi maneggi disinvolti. Ma, come ogni italiano che si rispetti, nè loro nè Walter Veltroni l'Innovatore, ex sindaco della Capitale, trovano il coraggio di dimettersi di fronte all'accusa di connessione col mondo degli affari sporchi.
Meglio far finta di nulla e continuare ad accusare il simbolo del Male Assoluto, cioè Silvio Berlusconi, di ogni colpa possibile. La sinistra intollerante, conservatrice e incapace di comprendere i bisogni dell'italiano medio, da Tangentopoli a oggi, non cambierà mai? Può sempre festeggiare come la simpatica banda dei cartoons disneyani con la spassosissima sigla finale di quella celebre pellicola.
Come faceva la canzone? Ah già eccola: ”Tutti quanti / tutti quanti / tutti quanti vogliam fare ... un cazz!!!”.

Nessun commento: