Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

02 aprile 2007

AFGHANISTAN: DA CHE PARTE STAI, GINO STRADA?


Ma Gino Strada, il bellicoso chirurgo, pacifista nonché ultrà morattiano e interista, chi e cosa rappresenta in questa triste faccenda legata alla liberazione dell’inviato di Repubblica Daniele Mastrogiacomo in cambio di soldi e di ben 5 tagliagole talebani fra i più pericolosi messi in circolazione dall'Afghanistan di re Karzai? E' l'ambasciatore di Emergency, del governo italiano di centrosinistra oppure, come a me sembra più logico pensare, è il rappresentante nella nostra penisola del futuro regime Taliban? Suggerirei all'ex capo del servizio d'ordine del Movimento Studentesco di parlare chiaro una volta per tutte: “Ebbene sì, compagni e amici, io faccio tutto questo perché odio da sempre gli USA guerrafondai, l'Italia che sta dalla loro parte, le truppe mandate qui dal precedente governo che rischiano inutilmente la vita, l'ONU che sgrida il ministro degli Esteri D'Alema, i miei colleghi chirurghi che, invece di fare politica come me, pensano solo a far bene il loro lavoro! Ebbene sì, amici e compagni, io sto dalla parte dei dittatori che proclamano la superiorità dell'Islam su tutto e su tutti e che, qui in Afghanistan, costringono alla schiavitù, picchiano e violentano le loro donne, vivono di traffico d’oppio e di armi, si sono macchiati di delitti e stragi contro minoranze etniche come gli azeri, gli armeni, gli ebrei e i cristiani!”. Ci vuol tanto, esimio dottor Strada, a dirci una volta per tutte da che parte stai?

Nessun commento: