Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

16 gennaio 2007

STORIA DEL GATTO POLIFEMO


Arezzo, Piazza Grande. Le feste di Natale sono un ricordo, ormai, per i passanti che, durante l'ora dello struscio, si fermano di fronte alla mia vetrina. Saranno le sei e mezzo o le sette? Chi lo sa! Il mio padrone, come al solito, dialoga ad alta voce coi suoi amici di arazzi o di mobili antichi. E io, francamente, la campana non l'ho proprio sentita! Ma, scusatemi, non mi sono ancora presentato! Sono Polifemo, gatto orgogliosamente "single" di undici anni, e vivo nella vetrina di un ricco antiquario di questa vivace cittadina toscana, capitale del Casentino.
Sono praticamente in esposizione permanente, tranne le feste comandate, tutto l'anno dal mattino alla sera qui, sotto la loggia del Vasari.
Come passo il mio tempo? Come ogni felino fiero di esserlo, scruto con attenzione col mio unico occhio - l'altro, ahimè, lo sacrificai all'altare di Afrodite quand'ero giovane e forte! - gli aretini e i turisti che capitano da queste parti. Ne avrei da dire di cose, su quanti esponenti del genere umano mi dileggiano o mi compatiscono, a seconda del loro carattere, quando si rifugiano sotto le antiche volte della loggia per ripararsi dalla tramontana in inverno o dai raggi del sole d'estate!
Ieri però mi ha colpito una coppietta d'innamorati mai vista prima d'ora. Erano a caccia di un oggetto da mettere nel loro salotto, probabilmente non si aspettavano di vedermi e lui, di colpo, ha esclamato guardandomi attentamente:"Guardalo, amore, sembra proprio a Polifemo!".
Lei, sorridente ma decisamente turbata, è rimasta lì un attimo, in silenzio.
Poi, improvvisamente, è partito uno schiaffone verso il suo uomo, sbigottito.
Quale onore, madamigella che hai preso le mie difese in questo modo! Ma, sappilo, io SONO Polifemo e me ne vanto!

Nessun commento: