Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

08 maggio 2006

JUVENTINOVE … RGOGNA!!!



Clamoroso sotto la Mole! I collettori dei chiaccheratissimi scudetti in bianco e nero dal 1994 ad oggi, vale a dire i signori Antonio "Re dei Dividendi" Giraudo, Roberto "Lacrime da Coccodrillo" Bettega e "Lucky" Luciano Moggi, sono stati scaricati proprio da coloro che maggiormente hanno beneficiato in questi ultimi anni del loro operato: i cosiddetti principini Jaki Elkann e Andrea Agnelli.
Va considerato infatti che la Triade bianconera, utilizzando metodi da banda bassotti col silenzio complice dei molti potentissimi media a libro paga, non è costata un solo euro di aumento di capitale agli eredi dell’Avvocato Agnelli: come mai allora è scoppiato proprio adesso, alla vigilia dell’ennesimo scudetto vinto, lo scandalo delle telefonate fatte e ricevute dal cellulare targato JUVENTUS SpA del signor Moggi?
Si tratta di personaggi all'interno della FIAT che, gelosi del ferreo controllo sulla società sportiva e sui suoi tesserati imposto dai tre o più probabilmente preoccupati dalla scandalosa richiesta di una maxi-liquidazione di due di loro, hanno reso pubblico quel che da anni ormai si sospettava.
Il moggismo, geniale definizione data da Roberto Beccantini sul quotidiano della Real Casa, dovrebbe finalmente volgere al termine.
In questi anni di finto agonismo sportivo il signor Luciano Moggi, con la complicità del "grande dirigente" Antonio Giraudo e l’ipocrita copertura dell’ex grande calciatore Roberto Bettega, controllava duecento e forse più osservatori, procuratori e amici o parenti mascherati da faccendieri sguinzagliandoli in giro per la penisola a manovrare giocatori, arbitri, colleghi dirigenti di questa o quella squadretta.
E ora, che succederà? Manette o restituzione di titoli sportivi? Difficile, per non dire impossibile, che ciò succeda! Qui siamo in Italia, cioè nella terra del compromesso eletto a esercizio del Potere a qualsiasi livello. E la Juventus, come il Festival della Canzone Italiana di Sanremo, la RAI e la Santa Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza, è un dogma che non si deve discutere: mai!
Eppure, la speranza nella giustizia sportiva, sia pure fioca come chi l’amministra, permane.
C’è da essere disgustati dal comportamento di questi galantuomini e della loro presunta grande squadra, incapace di vincere lealmente un titolo che sia uno nella sua lunga e chiacchieratissima storia. Eppure ...
Eppure quasi settantamila uomini, donne, bambini, vecchi sono giunti a vedere Juve-Palermo da ogni parte d’Italia e dall’estero inneggiando alla Triade e festeggiando in uno stadio finalmente stracolmo – 5 euro a testa per il biglietto, altrimenti quando mai l’avrebbero riempito, i supposti nove milioni di “tifosi” bianconeri il loro impianto? – come se nulla stesse accadendo: davvero settantamila belle facce di bronzo!
Cliccando sul sito http://www.petitiononline.com io e altri italiani, stufi marci dell’evidente sfacciato protezionismo di cui godono i bianconeri di Torino, domandiamo che giustizia sia fatta una volta per tutte nel ginepraio del calcio professionistico nazionale.
Non ci bastano le frasi di circostanza ipocrite pronunciate ieri, dopo la "stupenda" vittoria nel fortino del Delle Alpi, dal signorino Elkann: noi amanti del calcio italiano vogliamo le scuse sue e della società sportiva (si fa per dire!) che rappresenta con tanto di restituzione dei titoli sportivi conquistati con la frode.
Milan, Inter e Roma hanno dovuto rivaleggiare dal '94 ad oggi come anatre zoppe contro una masnada di ladri guidati dallo sceriffo di Nottingham: ci sarà anche per noi, "non" bianconeri, un Robin Hood che metta a posto le cose? Una bella dieta dimagrante a chi disonora lo sport, caro il mio Jaki, può solo farvi del bene!

CONSIDERAZIONI DI UN "VERO" JUVENTINO:

Caro Renato,

io da buon juventino doc mi sento per primo offeso e imbarazzato su quanto avvenuto e preso a conoscenza di atti (ancora da definire) in questo ultimo periodo in casa bianconera e per il calcio Italiano; ma concedimi un minimo diritto di replica, che non vuole essere una difesa tifoide da bar di periferia, su alcuni argomenti trattati nel tuo messaggio.
Sono il primo Juventino a ricominciare anche dalla C2 se il giusto processo condanna la società,e non il diretto interessato Moggi e compagnia bella buoni a fare più gli interessi propri che societari, addirittura fossi il proprietaro della società Reale, mi identificherei come parte lesa per il disonore recatomi ma soprattuto per quei co......ni di tifosi e sportivi juventini come me che hanno dovuto convivere tutta l'esistenza con l'interrogativo di una società ladrona o mafiosa.......
Pensi che forse ora, ancora grazie alla Juventus, si possa in Italia respirare aria di lealtà e sportività decapitando le teste in piazza di Moggi o di chi altro? Pensi che migliaia di persone vestite da Robesbierre possano attraverso i Media con la loro Rivoluzione modificare un Palazzo che da oltre 40 anni è in piedi governato da tanti Re Francischiello?
E che dire poi se le due società romane hanno godute negli ultimi anni di trattamenti di favore.....fiscale e non solo, quando altrettanto società gloriose come il Napoli e la Fiorentina invece hanno dovuto subire?
E di Galliani ne vogliamo parlare? Una società con a capo il Presidente del Consiglio che delega ad un puffo come questo signore la presidenza della Lega Calcio (con tutti i conflitti di interesse del caso!) non è che è lì, forse, per volere di qualcuno, o per controllare il bottino da spartire?
Caro Renato, ho paura che questa volta la Juventus pagherà se le accuse saranno provate, ma mi farà molto piacere vedere che, sotto il coperchio della pentola che bolle, ci saranno tanti aromi e tanti sapori da scoprire..... e di tutti i colori!!!
Poi, forse, i nostalgici del calcio vero come me si troveranno finalmente a vedere un incontro di calcio leale senza più barriere sia architettoniche che di prevenzione verso l'una o l'altra squadra.
Mi va di pensare, in conclusione, che i giocatori in campo fanno la differenza e che probabilmente i bellissimi goal di VAN BASTEN, DEL PIERO, ROBERTO BAGGIO, ADRIANO ,RONALDO, TOTTI ECCCCCCCCCCCCCC.................non si possono nè realizzare e tantomeno comprare con nessun favore arbitrale!
Con stima - Bruno Mirra (Allenatore Settore Giovanile A.S. CENISIA - TORINO)

Nessun commento: