Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

22 settembre 2005

SINISCALCO: CHE RAZZA DI ... MANISCALCO!



“Caro Presidente, sono in dissenso quasi su tutto. Torno a fare il professore. Devo solo informarmi sullo svolgimento del mio corso di economia politica all'università di Torino e vedere se rientrare nel primo o secondo semestre” con queste frasi di circostanza, da vero turinèis faùs e curtèis, Domenico Siniscalco abbandona il campo di Agramante, alias il governo di centrodestra.
Per Berlusconi le dimissioni dell'ultrà juventino, abbonato a vita in tribuna al Delle Alpi, nonché ideatore assieme a Massimo D'Alema della Fondazione ITALIANIEUROPEI - e c'è ancora chi si permette di parlare di conflitto d'interessi dell'Uomo (Rosso)Nero di Arcore ... - è davvero l'ultima occasione per riappropriarsi delle redini dell'economia nazionale.
In soldoni, il Cavaliere ha finalmente la possibilità di fare una Finanziaria esclusivamente di testa sua.
Una finanziaria che rilanci, o almeno ci provi sul serio, in pompa magna l'economia italiana.
Tutto questo senza doversi fidare di professoroni, come Siniscalco appunto, che non sanno ( o meglio, che non vogliono) dir di no ai poteri cosiddetti forti (Confindustria, Triplice sindacale, istituti di credito).
A rimetterci, intanto, sono stati durante il suo disastroso ministero i piccoli e medi risparmiatori, i piccolissimi imprenditori, i lavoratori dipendenti statali e non, le famiglie.
Dal superministro superpartes Domenico alias Mimmo Siniscalco, abilmente riciclatosi sui media di tutto il mondo come un maniscalco cui venivano quotidianamente negati i ferri del mestiere, nemmeno le accise dal prezzo dei carburanti sono state tolte!
Ma il patron di F.I. avrà intenzioni serie oppure si lascerà ancora una volta rapire dalle sirene del politically correct per vivacchiare sciaguratamente fino al prossimo mese di maggio?
Vorrà o no mettersi contro gli statalisti assistenzialisti che in pubblico lodano ogni sua iniziativa e in privato lo boicottano selvaggiamente, in attesa spasmodica di una nuova più benevola maggioranza di governo?

1 commento:

Anonimo ha detto...

The power of the blog
T hough blogs started out as personal journals, and then started providing links and information across a range of topics, the medium has evolved sufficiently to allow for high-quality specialisation.
Hey, you have a great blog here! I'm definitely going to bookmark you!

I have a utility site/blog. It pretty much covers ##freeware## related stuff.

Come and check it out if you get time :-)