Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

31 luglio 2005

IL LATO POSITIVO DELLA NOSTALGIA



Nostalgia, sentimento impossibile da soffocare. Da bambino non mi perdevo una sola puntata, in televisione, delle “Inchieste del commissario di Maigret”, interpretate magistralmente da Gino Cervi, Andreina Pagnani ed altri impareggiabili attori provenienti dal teatro di prosa italiano degli Anni 60. Al primo accordo, davvero inconfondibile, della chitarra acustica della più famosa sigla di apertura e di chiusura ero solito scattare, ovunque mi trovassi in quel momento, di fronte al teleschermo in bianco e nero. A distanza di anni questa composizione del grandissimo Luigi Tenco è la descrizione, asciutta ma poetica al tempo stesso, del filo sottile a cui sono appese le nostre vite. Riascoltandola adesso, chissà perché, il mio cuore avverte un’immediata fitta di benessere: è il lato positivo della nostalgia, questo!

Un giorno dopo l'altro
Luigi Tenco (1966)

Un giorno dopo l'altro
il tempo se ne va
le strade sempre uguali,
le stesse case.
Un giorno dopo l'altro
e tutto e' come prima
un passo dopo l'altro,
la stessa vita.
E gli occhi intorno cercano
quell'avvenire che avevano sognato
ma i sogni sono ancora sogni
e l'avvenire e' ormai quasi passato.
Un giorno dopo l'altro
la vita se ne va
domani sarà un giorno uguale a ieri.
La nave ha già lasciato il porto
e dalla riva sembra un punto lontano
qualcuno anche questa sera
torna deluso a casa piano piano.
Un giorno dopo l'altro
la vita se ne va
e la speranza ormai e' un'abitudine.

Nessun commento: