Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

27 settembre 2003

IL MITO DI CORDELIA

“Vieni, andiamo in carcere! Noi due soli canteremo come uccelli in gabbia e, pregando e cantando, ci racconteremo delle vecchie storie”
Re Lear è la tragedia shakespeariana che amo di più. Mi guardo attorno e trovo sconcertanti analogie fra la vicenda di un re defenestrato ed esiliato che perde il lume della ragione ed il rapporto fra giovani e anziani di oggidì.
Quanta mancanza di rispetto fra gli uni e gli altri condiziona il tracollo dell’istituzione famiglia!
Ebbene il tenero legame fra il vecchio re, reso pazzo dalla perdita del Potere e oltraggioso verso i suoi familiari, e la figlia Cordelia, tenace nel suo devoto attaccamento alla figura paterna, mi commuove profondamente.
Cordelia, mito immortale, sembra dire a noi, uomini del Duemila: “Non date peso alle ingiustizie patite ma reagite sempre col sorriso!”.

Nessun commento: