Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

03 ottobre 2005

FACEVA IL PALO ...



(Parlato) Faceva il palo nella banda dell’Ortica, ma era sguercio, non ci vedeva
quasi più, ed è stato così che li hanno presi senza fatica, li hanno presi
tutti, quasi tutti, tutti fuori che lui.
(cantato) Lui era fisso che scrutava nella notte,
quand è passà davanti a lu un carabinier
insomma un ghisa, tri cariba e un metronotte:
nanca una piega lu la fa, nanca un plissè.
Faceva il palo nella banda dell’Ortica,
faceva il palo perché l’era il so mesté.
(parlato) Così precisi come quei della Mascherpa sono rimasti lì i suoi amici a
veder i carabinieri, han detto "Ma come, brutta lugia vaca porca, il nostro
palo, bruta bestia, ma dov’è ??"
(cantato) Lui era fisso che scrutava nella notte,
l’ha vist na gota, ma in cumpens l’ha sentu nient,
perché vederci non vedeva un autobotte,
però sentirci ghe sentiva un acident.
Faceva il palo nella banda dell’Ortica,
faceva il palo con passione e sentiment.
Ci sono stati pugni, spari, grida e botte,
li han menà via che era già mort quasi mesdì,
lui sempre fisso che scrutava nella notte
perché ci vedeva i stess de not cume del dì.
(parlato) Ed è lì ancora come un palo nella via, la gente passa, gli dà cento
lire e poi, poi se ne va...lui circospetto guarda in giro e mette via, ma poi
borbotta perché ormai l’è un pò arrabbià.
(cantato) Ed è arrabbiato con la banda dell’Ortica,
perché lui dice: "Non si fa così a rubar !!
(parlato) Dice "Ma come, a me mi lascian qui di fuori, e loro, e loro chissà
quand’è che vengon su...e poi il bottino me lo portano su a cento lire, un pò
per volta: a far così non finiamo più!!! No, no, quest chi l’è proprio un laurà
de ciula, io sono un palo, non un bamba, non ci sto più: io vengo via da questa
banda di sbarbati, mi metto in proprio, così non ci penso più.
(cantato)Faceva il palo nella banda dell’Ortica,
faceva il palo perché l’era il so mesté,
Faceva il palo nella banda dell’Ortica,
faceva il palo, il palo, perché l’era, perché l’era il so mesté...

Nessun commento: