Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

24 aprile 2004

EUROPA: FORSE NON TUTTI SAPPIAMO CHE …

Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Ungheria, Cipro e Malta: sono questi i dieci stati che, il prossimo 1 maggio, entreranno a pieno titolo a far parte dell’Unione Europea.
Forse non tutti noi italiani sappiamo che tra pochi giorni cambierà il futuro di oltre settanta milioni di nuovi cittadini europei, con cui, volente o nolente, dovremo imparare a coesistere.
E saranno sicuramente dolori, per noi!
Cosa significherà tutto questo per una nazione considerata “ricca” come la nostra, rispetto a paesi dall’economia essenzialmente rurale, con una agricoltura serbatoio di tanta disoccupazione occulta e con abitanti, residenti per lo più fuori dai grandi centri urbani, al limite della sussistenza?
Come minimo, il nostro paese, abituato sinora a sprecare molti dei finanziamenti comunitari ricevuti a vario titolo in mille maniere, fantasiose quanto improduttive, sarà costretto a sorbirsi una dieta ferrea, per fare giustamente posto, in nome della solidarietà internazionale, ai nuovi venuti.
Strano a dirsi ma tra breve saremo chiamati alle urne per rinnovare il Parlamento europeo e nessuno di coloro, maggioranza o opposizione, che ci chiederanno il voto discute di un problema come questo con i suoi potenziali elettori.
Ma è davvero così strano? In fondo no, guardando con attenzione, soprattutto sui manifesti che campeggiano sui muri della penisola, la classe politica che ci rappresenta!

Nessun commento: