Amazon MP3 Clips

Distintivo di Facebook

Profilo Facebook di Renato Tubere

05 marzo 2004

RUTELLI: COME IL SOLE ALL’IMPROVVISO …

Finalmente qualcuno di sinistra, nell’Italia che il quotidiano LE MONDE descrive con disprezzo tutto transalpino “nelle mani di un industriale cinico e volgare”, si comporta come se fosse realmente di sinistra! L’opposizione farebbe bene a meditare seriamente sull'ultima ottima uscita, dedicata ai problemi della giustizia, di Francesco Rutelli. Anche perché, in tutta sincerità, il governo su questo tema sembra addormentato o, e questo sarebbe gravissimo, spaventato. Il ministro di Grazia e Giustizia, il leghista Castelli, pare infatti non conoscere il modo per superare l'opposizione corporativa della magistratura, ed è tuttora incapace di impostare una politica coerente e riformatrice.
Mentre troppi processi languono, anche per i privilegi semplicemente vergognosi concessi dall’alto alla magistratura nazionale, molti criminali veri sono in libertà, sostituiti nelle carceri della penisola da un esercito di detenuti in attesa di giudizio, molto spesso estranei alle accuse per cui sono stati imprigionati.
Se la sinistra diventasse quella impersonata da Rutelli, e non fosse invece quella smargiassa e stucchevole dei girotondi del marchesino Flores d’Arcais, oggi l'Italia sarebbe migliore.
Che sia farina del suo sacco, oppure che sia ispirato da una consorte assai astuta ed intelligente, guarda caso ultimamente fianco a fianco in TV con il grande – in tutti i sensi – Giuliano Ferrara a “Otto e mezzo”, l’ex sindaco dell’Urbe per me va incoraggiato, anche dai suoi rivali politici, in questo suo nobile sforzo.
Sarebbe l'inizio di un confronto democratico fra maggioranza e opposizione: amici, c'è da stropicciarsi gli occhi per il solo fatto che ci sia, questo confronto, nel deserto dei Tartari della politica italiana!

Nessun commento: